Giocatori
8-24

Età
8+

Durata
20'-40'
Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti, sbranano un innocente! Di giorno i superstiti si riuniscono dibattendo sul da farsi: alla fine della discussione linciano uno di loro, credendolo un lupo mannaro.

Chi sopravvivrà al massacro?
Chi risolverà il mistero delle notti di luna piena?

Scarica le regole complete


La storia di Lupus in Tabula
Tra il 2000 e il 2001, Andrés J. Voicu e Domenico Di Giorgio iniziano a sviluppare il regolamento di un party game inedito e "casalingo" intitolato Lupo Mannaro, che ha la caratteristica di poter essere giocato da grandi gruppi di persone. Nei primi test del gioco si introducono due delle differenze che saranno poi caratteristiche di "Lupus in Tabula":
- il personaggio che il villaggio vorrebbe linciare non muore automaticamente (può difendersi e convincere il villaggio a linciare qualcun altro);
- quando un personaggio muore non rivela mai la propria identità, così da aumentare il clima di paranoia e le possibilità di bluff.
Domenico testa con vari gruppi di giocatori altre variazioni alle regole: l'introduzione di vari personaggi speciali e la presenza di una terza fazione rispetto ai villici e ai lupi mannari.
Si sviluppa anche il sistema di votazione a doppio turno che è oggi una caratteristica di "Lupus in Tabula": nel primo turno vengono nominati due personaggi, ognuno dei quali può poi, prima della seconda votazione, convincere il villaggio a linciare l'altro personaggio nominato.
Nel settembre 2001 viene fondata la daVinci Editrice S.r.l.: nel 2002 la casa editrice pubblica la prima edizione di "Lupus in Tabula" in singolo mazzo, con regolamento in tre lingue (italiano, inglese, tedesco).
Nel 2003 esce la seconda edizione del gioco, in doppio mazzo; questa include la variante "fantasmi" , ed ha un regolamento in sei lingue (inglese, italiano, tedesco, francese, olandese, spagnolo). In essa compaiono le nuove carte "folla inferocita", e nuovi personaggi speciali tra cui "Il gufo". Nel 2004 la daVinci stampa anche, come carte promozionali, gli altri due personaggi per "Lupus in Tabula" vincitori del concorso per la creazione di nuovi personaggi: si tratta del "Notaio" e di "El Diablo". Nel 2006 esce un'edizione speciale, personalizzata per la trasmissione radio "Giocando" in onda su radio Rai2, in collaborazione con l'associazione Tana dei Goblin: in analogia con il titolo originale, il gioco si chiama "Lupus in Giocando". Nel 2008 esce anche una edizione speciale tematica per COSV (Comitato di Coordinamento delle Organizzazioni per il Servizio Volontario) e Banca Etica: "Cooperabula" utilizza il meccanismo del gioco per parlare degli "obiettivi del millennio contro la povertà" proposti dall'ONU.
Nel 2009 esce la terza edizione di "Lupus in Tabula", più grande e lussuosa, con nuova grafica, carte in formato più grande e con riportato lo scopo di ogni personaggio, le carte fantasma, gettoni voto per il linciaggio e segnalini e carte riassuntive per aiutare i giocatori nelle varie fasi del gioco. Le regole per i fantasmi, che permettono a tutti di giocare fino a fine partita, sono ora l'unica modalità di gioco. La linea editoriale di Lupus in Tabula assume il nome di Wolf Party Collection e si arricchisce di un nuovo titolo, Lupusburg, rivolto a piccoli gruppi di giocatori (4-8). Sempre nel 2009 viene stampata la carta promozionale "Jack-o'-Lantern". Tra il 2009 e il 2010 escono numerose edizioni estere: Spagnola, francese, tedesca, ceca, coreana, cinese. Nel 2011 viene pubblicata la prima espansione di Lupus in Tabula, "La Vendetta della Lupa Mannara". Nel 2013 viene pubblicata l'edizione giapponese di Lupus in tabula.


Scopri gli altri giochi dV
Visita www.dvgiochi.com


Home page Home page